Museo Donizettiano

Il bergamasco più famoso nel mondo

Il Museo Donizettiano è un luogo suggestivo che invita ad esplorare la vita e l’opera del celebre compositore bergamasco. Al suo interno appassionati di musica e visitatori curiosi potranno ammirare una vasta collezione di spartiti, lettere, ritratti e oggetti che raccontano la vita del grande Gaetano Donizetti

Gli imperdibili

Manifesto. In primo piano un angelo suona il violino. Sullo sfondo la scritta: "Onoranze centenarie a Gaetano Donizetti Bergamo Agosto-settembre 1897

Le celebrazioni donizettiane

Apre il percorso museale il manifesto-programma delle iniziative organizzate in occasione delle “Celebrazioni” per il centenario della nascita di Gaetano Donizetti, datate agosto-settembre 1897. A Bergamo, per ricordare il compositore, si mobilitano i comitati locali e internazionali. Musica e opere donizettiane sono al centro delle celebrazioni, ma non solo: concorsi d’arte, tombole di beneficenza, divertimenti popolari puntano a coinvolgere tutta la cittadinanza nel ricordo del grande operista bergamasco.

Pantheon musicale al Museo Donizettiano

Panthéon musicale

La litografia testimonia l’importanza e la fama che Donizetti raggiunse all’interno del panorama musicale europeo. Tra le caricature dei principali musicisti attivi a Parigi nel 1843 spicca quella del Donizetti, al centro della scena. Da sempre attivissimo compositore (tanto da essere apostrofato “Dozzinetti” dai suoi detrattori) Gaetano Donizetti è vestito in uniforme da maestro della corte asburgica, impegnato a sfornare partiture a ritmi industriali.

Ritratto di Donizetti da giovane

Ritratto di Donizetti

Nel 1815 il maestro Simon Mayr, sempre più convinto delle eccezionali doti del Donizetti, persuade alcuni mecenati bergamaschi e la Congregazione di Carità a finanziare il soggiorno del giovane Gaetano a Bologna per perfezionarsi nel Liceo Filarmonico della città. Questo ritratto, opera del pittore Biagio Martini, risale proprio agli anni “bolognesi” del Donizetti e fu commissionato dal neoallievo del Liceo Filarmonico bolognese come un dono gradito al Mayr, suo maestro e benefattore.

Museo Donizettiano

Le origini del Museo Donizettiano risalgono al 1897 quando, in occasione del centenario della nascita del compositore, la grande Esposizione a lui dedicata fece nascere l’idea di avere in città una mostra permanente per celebrare Donizetti.

Alle spalle di Santa Maria Maggiore, nella silenziosa via Arena è situato il palazzo della Domus Magna, sede della Congregazione della Misericordia Maggiore: qui, al primo piano, ha sede il Museo Donizettiano. La visita permette di conoscere la vita, l’opera e la personalità di Gaetano Donizetti, protagonista del teatro musicale europeo del primo Ottocento.

Partiture autografe, ritratti, lettere, oggetti della sua vita privata vi accompagnano in un affascinante percorso: a farvi da guida saranno le parole e la musica del grande compositore. Nel 2015, dopo un breve periodo di chiusura per restauro, il museo riapre al pubblico, rinnovato nel percorso espositivo con postazioni sonore e interattive per l’ascolto dell’opera donizettiana.

Pianoforte di Gaetano Donizetti con quadro del Maestro in secondo piano

Scopri il Museo

Dalle prime esperienze musicali giovanili con il maestro Simon Mayr, al successo nazionale ed europeo, fino ai difficili ultimi tempi segnati dalla malattia: un viaggio in 5 tappe nella vita di Gaetano Donizetti.

01

Le celebrazioni del 1897

Preludio alla realizzazione di un museo permanente dedicato al compositore

Leggi di più
02

Gli studi giovanili (1806-1817)

Tra Bergamo e Bologna si completa la formazione del giovane Gaetano

Leggi di più
03

Il compositore agli esordi (1818-1822)

Tra Bergamo e Bologna si completa la formazione del giovane Gaetano

Leggi di più
04

L’operista in carriera (1822-1845)

Dopo il successo in Italia Donizetti raggiunge la popolarità a livello europeo

Leggi di più
05

L’uomo: in privato, al lavoro

La dimensione più intima di Donizetti emerge dal suo epistolario e da alcuni suoi oggetti di uso quotidiano

Leggi di più

Acquista il biglietto

Prenota la tua visita guidata

Vuoi organizzare un tour indimenticabile al Museo Donizettiano? Scrivici per pianificare la tua visita

Acquista il biglietto all in one

I sei luoghi della rete del Museo sono visitabili con un biglietto unico! Si chiama ALL IN ONE e vale 48 ore

Giovedì/domenica e festivi | 10-17

Chiuso a Natale e Capodanno

L’edificio non è munito di soluzioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
L’accesso ai luoghi del Museo delle storie di Bergamo è consentito ai cani di piccola taglia solo se all’interno di un trasportino. È sempre consentito l’accesso ai cani per non vedenti.

Per richieste di apertura straordinaria nei giorni di chiusura, inviare una mail a info@museodellestorie.bergamo.it

Intero 5€

Ridotto 3€
Amici del Museo delle storie di Bergamo, studenti 18-26 anni, gruppi di almeno 15 ps, convenzioni

Gratuito 
0-17 anni, disabili, soci ICOM, giornalisti, guide abilitate, Abbonamento Musei Lombardia

Per richieste di apertura straordinaria nei giorni di chiusura, inviare una mail a info@museodellestorie.bergamo.it

Come arrivare al Museo Donizettiano